Skip to main content

Il conto alla rovescia è cominciato!
Mancano poco più di 100 giorni alle Olimpiadi 2024, e gli occhi del mondo sono tutti rivolti verso Parigi, la città che li ospiterà dal 26 luglio all’11 di agosto 2024.

La Ville Lumière è pronta ad accogliere atleti, spettatori e appassionati da ogni angolo del globo.

Ma oltre all’emozione delle competizioni sportive, tutti sanno che i Giochi Olimpici del 2024 avranno un impatto profondo sul panorama turistico di Parigi e aumenteranno l’attrattiva della città a livelli senza precedenti.

In attesa di uno speciale webinar in programma il 28 febbraio 2024, vi anticipiamo alcuni insight esclusivi sul turismo parigino raccolti tramite D / AI Destinations e la piattaforma di predictive demand intelligence di PredictHQ.

  • A quanto ammontano le tariffe di hotel e affitti brevi per le settimane delle Olimpiadi?
  • Da dove provengono i viaggiatori internazionali nelle settimane delle Olimpiadi?
  • Quali giorni vedranno un picco di presenze e tariffe?
  • Qual è il Sentiment della capitale e il quartiere più apprezzato online?

Parigi capitalizzerà al massimo sulle Olimpiadi

Parigi si prepara alle Olimpiadi con un programma ricchissimo di eventi che vanno ben oltre lo sport. Sarà quindi una delle mete turistiche più agognate dell’estate ma l’offerta turistica si prefigura come la più costosa di sempre. Quasi inaccessibile.

Non solo le tariffe di hotel e case private aumenteranno a causa dell’alta richiesta, ma dal 1 gennaio 2024 la tassa di soggiorno è più che raddoppiata, il Louvre ha già annunciato un aumento del 29% dei costi del biglietto, e i biglietti della metro saranno raddoppiato.

Frederic Hocquard, vicesindaco di Parigi per il turismo e la vita notturna, si è mostrato molto preoccupato: “Vogliamo che i Giochi olimpici siano popolari, e non possono esserlo a 700 euro a notte.”

Ma davvero le cose stanno così? 

Per capirlo abbiamo consultato la nostra piattaforma di destination marketing & management D / AI Destinations e i dati di PredictHQ.

Tariffe più che raddoppiate

Tariffe di hotel e affitti brevi registrate sulle Online Travel Agencies (OTA) sono già più del doppio rispetto a quelle registrate nel 2023.

Gli incrementi più alti riguardano gli affitti brevi, come case e appartamenti privati venduti sulle agenzie online.

2024 olympics - OTA rates

(Media delle tariffe OTA di hotel e alloggi privati, dal 26 luglio all’11 agosto 2024 – fonte D / AI Destinations)

I dati di inizio febbraio 2024 ci dicono che le tariffe registrano una vera e propria impennata per le settimane dei Giochi Olimpici, con un picco pazzesco previsto per il giorno della cerimonia d’apertura.

Ad oggi, il 26 luglio una camera doppia sui portali online arriva a costare quasi 1.000 euro a notte.

Per avere un metro di paragone, tieni conto che le tariffe OTA registrate per il periodo febbraio – aprile a Parigi contano solo un +10-15% rispetto allo stesso periodo del 2023.

Oltre 16 milioni di persone attese

PredictHQ, una delle maggiori organizzazioni internazionali specializzata nell’AI-powered predictive event intelligence, stima che gli eventi delle Olimpiadi 2024 potrebbero attrarre fino a 16 milioni di persone durante i 17 giorni della manifestazione.

L’impatto economico generale per i Giochi sarà di circa 537 milioni di dollari, di cui 132 milioni solo nel settore alberghiero.

L’evento che vedrà più partecipanti è di gran lunga la cerimonia di apertura (attese circa 600.000 persone), seguita da quella di chiusura (+81.000 persone), le gare di football e di rugby.

Il Sentiment Score è in crescita

“Parigi è sempre una buona idea,” diceva l’icona di stile Audrey Hepburn. Così pare.

Nonostante i prezzi al rialzo del 2024, il Sentiment Score che misura il livello di apprezzamento globale espresso online su tutte le attività di Parigi – hotel, affitti brevi, attrazioni, ecc. – è in netta crescita rispetto allo scorso anno (+1.5).

Lo scostamento maggiore si è verificato a dicembre 2023, dove il sentiment della città, nonostante l’alta stagione, ha segnato un +3 rispetto al 2022.

Le attrazioni, come i musei e i parchi, sono caratterizzate dal Sentiment Score più alto (91/100).

Gli affitti brevi invece registrano un Sentiment Score non soddisfacente (75/100). Le lamentele più comuni su questa tipologia di alloggi riguarda soprattutto le dotazioni, internet e i costi alti: non ci meraviglia, visto che le case e le stanze in affitto hanno raggiunto prezzi persino superiori a quelli degli hotel, senza però offrire un pari livello di servizi.

2024 olympics - Sentiment score

(Paris’ overall Sentiment Score in the last 6 months vs previous year – source D / AI Destinations)

Picco di prenotazioni aeree per la cerimonia d’apertura

Anche gli arrivi internazionali segnano un forte incremento per la settimana d’apertura delle Olimpiadi.

Se guardiamo gli arrivi globali in tutti gli aeroporti parigini tra il 24 luglio e il 13 agosto via GDS, vediamo una forte preponderanza di viaggiatori internazionali: statunitensi (21%) che raddoppiano rispetto alla settimana precedente, giapponesi (6%), non presenti nella top 5 della settimana precedente, canadesi (4%), brasiliani (3%).

Questi viaggiatori hanno prenotato in media con 250 giorni di anticipo, ossia più di otto mesi prima. Chiaramente non si tratta solo di appassionati e turisti, ma anche degli atleti e di tutti i professionisti che si muovono per partecipare all’evento.

(Arrivi aerei previsti a Parigi dal 27 maggio al 26 agosto 2024 – fonte: D / AI Destinations)

Qual è il quartiere più apprezzato di Parigi?

Le aree più apprezzate dai turisti secondo le recensioni e i contenuti pubblicati online negli ultimi 12 mesi risultano soprattutto le zone del centro storico, quelle con le maggiori attrazioni turistiche e i maggiori musei.

A salire sul podio è il VII Arrondissement, con un Sentiment Score di 88/100: si tratta di una delle più importanti zone di Parigi, perché ospita importanti monumenti come la Torre Eiffel, Invalides, e il Museo d’Orsay.

Vuoi conoscere tutti i dati sull’impatto delle  Olimpiadi a Parigi?

Ci vediamo live il 28 febbraio alle ore 16:00 CET

ISCRIVITI AL WEBINAR